Archivio: Beni culturali e arte sacra

Il Ministro On. Lorenzo Ornaghi al Museo Diocesano di Molfetta per la presentazione del Museo Civico Archeologico del Pulo

Domenica 25 novembre, dalle ore 17 presso la "Casina Cappelluti" a Molfetta

Molfetta – Domenica 25 novembre 2012, ore 17,00, presso l¿ex Lazzaretto ¿Casina Cappelluti¿ – via Mayer, Molfetta, si terrà la cerimonia di inaugurazione ufficiale del Museo Civico Archeologico del Pulo con l¿anteprima della mostra ¿Natura, Archeologia e Storia del Pulo di Molfetta”.
Il programma della manifestazione prevede: la cerimonia del taglio del nastro con la partecipazione del Ministro per i Beni e le Attività Culturali, On. Lorenzo Ornaghi, la solenne benedizione da parte del Vescovo della Diocesi di Molfetta-Terlizzi-Ruvo-Giovinazzo, Mons. Luigi Martella.

Adotta un’opera d’arte: Sant’Antonio da Padova

Presentazione del restauro della statua lignea di Sant'Antonio - XVII sec. Museo Diocesano Molfetta, venerdì 8 giugno 2012, ore 19.45

Il Museo Diocesano, in collaborazione con la Confraternita di Sant¿Antonio di Molfetta, presenta il restauro della statua lignea del XVII sec. raffigurante il Santo francescano. L¿iniziativa, che sarà presentata presso l¿Auditorium ¿A.Salvucci¿ del Museo Diocesano, venerdì 8 giugno ore 19.45, mira alla ricostruzione della storia di un¿opera d¿arte, ma ancor più delle sue vicende e di quel contesto di fede e devozione che la rendono una straordinaria testimonianza della vita ecclesiale diocesana.

La collezione archeologica del Seminario Regionale al Museo diocesano

Giovedì santo, 5 aprile, nella cattedrale di Molfetta, annunciata l'ordinazione di due diaconi e tre sacerdoti.

Sobria e solenne, la celebrazione per la Messa Crismale nella mattina del Giovedì Santo nella gremita Cattedrale di Molfetta, ha visto radunarsi intorno alla Mensa eucaristica e ai Sacri Oli, una significativa rappresentanza di tutta la chiesa diocesana, dai neonati agli anziani, religiosi e consacrati, e soprattutto tutti i sacerdoti diocesani stretti al Pastore, Mons. Luigi Martella. Disponibile il testo integrale dell’Omelia.

Programmazione 2012/2013

In quanto strumento pastorale il museo ecclesiastico serve a scoprire e a rivivere la testimonianza di fede delle passate generazioni attraverso reperti sensibili. Conduce inoltre alla percezione della bellezza diversamente impressa in opere antiche e moderne, così che è finalizzato ad orientare cuore, mente e volontà a Dio. [¿] Le istituzioni museali assolvono pertanto ad una funzione magisteriale e catechetica fornendo una prospettiva storica e un godimento estetico.