Archivio: News

IV Convegno nazionale dei Giornali delle Pro Loco

20 e 21 giugno, presso la Pinacoteca di Arte Contemporanea

Nei giorni 20 e 21 giugno prossimi, presso la Pinacoteca di Arte Contemporanea di Ruvo, avrà luogo il 4° convegno nazionale dei Giornali editi dalle Pro Loco, avente come tema “Comunicazione locale e cittadinanza attiva”. Interverranno autorevoli personalità locali, regionali e nazionali delle Pro Loco e dell’Ordine dei Giornalisti. Il seminario riconoscerà 8 crediti ai Giornalisti. Info: prolocoruvodipuglia@libero.it; 346.1839800.

Dalle Caritas una contro-agenda all’Unione europea

dall'inviata Sir a Tunisi, Patrizia Caiffa

No ai campi profughi nei Paesi nordafricani e all'esternalizzazione delle frontiere; la quota di 40mila profughi da ripartire tra i 28 Paesi europei è “insufficiente”; sì al reinsediamento dei profughi dai campi nei Paesi terzi; necessari canali legali d'ingresso tramite visti e decreti flussi. Si può sintetizzare così la proposta in quattro punti, sviluppata durante il Migramed meeting, l'annuale incontro di Caritas Italiana con le Caritas europee e del Mediterraneo (Tunisi, 15-18 giugno)

La consegna postale a giorni alterni penalizza la stampa

Francesco Zanotti*

È al vaglio dell'Agcom la possibilità di realizzare nel nostro Paese la consegna a domicilio per giorni alterni. Una vera e propria rivoluzione con ripercussioni pesantissime per i settimanali diocesani e tanti altri giornali. Si vuole picchiare, ancora e una volta di più, su quella parte d'Italia che già vive in periferia e si sente emarginata. I bilanci non si compilano solo con le cifre. C'è un valore che sfugge.

Crac Casa Divina Provvidenza

Antonio Maria Mira (Avvenire)

«Siamo grati al Vaticano perché siamo stati tra le prime autorità giudiziarie a beneficiare del nuovo corso di trasparenza e collaborazione della Banca vaticana voluto dal Santo Padre». È il commento del procuratore di Trani, Carlo Maria Capristo, illustrando l'operazione «Oro pro nobis» della Guardia di Finanza che ha portato a dieci arresti (di cui tre in carcere e sette ai domiciliari) per il crac della Casa Divina Provvidenza di Bisceglie, l'ospedale finito in amministrazione straordinaria nel 2013 ai sensi della legge Prodi bis.

Nell’alfabeto di pace Francesco incide Sarajevo

Daniele Rocchi, Sir

Il Papa in Bosnia Erzegovina, il moloch figlio degli accordi di Dayton, incontra i rappresentanti croato, serbo e bosgnacco e sottolinea che il Paese ha un posto in Europa. Il suo “mai più la guerra” risuona nello stadio di Kosevo dove chiede di non essere “predicatori di pace”, quanto piuttosto “operatori di pace, cioè coloro che la fanno”. Rivendicato il ruolo delle religioni nel percorso di riconciliazione

Sarajevo attende il Papa della fiducia tra le religioni

dall'inviato Sir a Sarajevo, Daniele Rocchi

Ifet Mustafic, consigliere per le relazioni interreligiose della comunità islamica di Bosnia e Erzegovina: “È il tempo di ricominciare a fidarsi gli uni degli altri”. Monsignor Luigi Pezzuto, nunzio apostolico in Bosnia Erzegovina: “Il Papa non viene solo per i cattolici ma per incentivare il dialogo… È positivo che si intendano i capi, ma coinvolgere la società civile lo è altrettanto”