Pastorale giovanile

Restiamo in contatto e facciamo comunità con “Il Cammino di don Tonino”

L’associazione diocesana continua la promozione del Cammino sul web, causa restrizioni Covid

cammino don tonino

cammino don toninoL’associazione “Il Cammino di don Tonino” aveva previsto in autunno un programma di attività che avrebbe permesso di camminare insieme fuori dal contesto diocesano.

Tuttavia, l’impennata dei contagi anche nel nostro territorio, le nuove restrizioni e il senso di responsabilità collettiva hanno indotto a prendere la decisione di rimandare le occasioni di cammino.

Con questa scelta non si intende restar fermi, ma semplicemente posticipare a tempi più opportuni la volontà di stare insieme e percorrere alcuni tratti del Cammino di don Tonino, all’interno di giornate che prevedono anche momenti aggregativi e culturali (che in questo momento è preferibile limitare o contenere).

Tra l’altro, come spesso ribadito, il Cammino è tutto tracciato e segnato, a disposizione di chiunque voglia percorrerlo, nei tempi e nelle tappe che preferisce. Il suggerimento è quello di mettersi in cammino in maniera individuale o in gruppi ristretti, prenotando con anticipo le strutture in cui dormire e pianificando il percorso.

Proprio di recente, il 15 ottobre, un pellegrino della nostra diocesi è partito per compiere il suo pellegrinaggio a piedi nel nome di don Tonino: dopo aver recuperato la credenziale da Molfetta, ha iniziato il suo percorso dal porto di Tricase per compiere un vero e proprio “cammino di ritorno a casa”.

Nei mesi che verranno, l’associazione continuerà a promuovere il Cammino e la figura del Servo di Dio a cui è dedicato, soprattutto attraverso la comunicazione sulle pagine social (Instagram e Facebook) e il sito. Tra le novità, è possibile iscriversi su Facebook a Il Cammino di don Tonino Community per condividere esperienze, domande, indicazioni, segnalazioni, suggerimenti, e a breve sarà lanciato un concorso grafico per la creazione dei sigilli da apporre sulla credenziale.

Una maniera per restare in contatto e sentirsi comunità, nonostante limitazioni e restrizioni, con l’augurio che quanto prima si riesca a recuperare la bellezza dei rapporti personali dal vivo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>