Tag: editoriale

Luce e Vita

Crisi e lavoro serve un cambio di priorità

Editoriale del n. 18 del 2 maggio 2021

lev 18_21

Non avremmo mai immaginato di ritrovarci per la seconda volta a vivere la festa di San Giuseppe lavoratore – Festa dei Lavoratori nel calendario civile in buona parte dei paesi del mondo, giornata di riflessione sul lavoro che cambia e di lotta per i diritti e la dignità del lavoro – nel pieno della difficile crisi pandemica da Covid-19. Il primo impulso è stato di cercare negli archivi dei giornali del 1° maggio 2020 cosa disse Papa Francesco durante la messa a Santa Marta, in pieno lockdown.

Chiesa locale

Perché cercate tra i morti, Colui che è vivo? (Lc 24, 5)

Il vescovo scrive alla Comunità per la festa di Pasqua: prendiamoci cura gli uni gli altri

lev 14_2021_copertina

I due Angeli così si rivolsero alle donne che il mattino di Pasqua si recarono al Sepolcro dove era stato deposto Gesù. Questo interrogativo deve scuoterci, animarci e metterci in cammino, scrutando e additando la luce del mattino di Pasqua a chi è ancora nelle tenebre della solitudine e dell’angoscia.

Luce e Vita - Attualità

Libertà e vita. Messaggio per la 43^ Giornata per la vita

Editoriale n.6 del 7 febbraio 2021

La Giornata per la Vita 2021 vuol essere un’occasione preziosa per sensibilizzare tutti al valore dell’autentica libertà, nella prospettiva di un suo esercizio a servizio della vita: la libertà non è il fine, ma lo “strumento” per raggiungere il bene proprio e degli altri, un bene strettamente interconnesso.

Luce e Vita

Nel segno della fiducia

Editoriale n.3 del 17 gennaio 2021

Editoriale_32021

“Dio accende stelle per noi affinché possiamo continuare a camminare” (ChV 33).
Con queste parole colme di speranza che Papa Francesco ci ha donato, nella sua Esortazione Apostolica rivolta proprio ai giovani, Christus Vivit, abbiamo deciso di rompere il muro della paura e riprendere il cammino di condivisione e fraternità del nostro Seminario Diocesano. Scelta tanto travagliata, ma sorretta dalla speranza, quello stesso dono di grazia che solo il Signore può darci.